Latest News

Gli Aberranti e il senso di normalità

libro Gli Aberranti | Luca Atzori

Il 7 febbraio alle ore 18.30 vi sarà la presentazione del libro Gli Aberranti di Luca Atzori presso il circolo Fuoriluogo di Corso Brescia 14 a Torino. Il libro, edito da Ananke Lab, tratta il difficile tema del disagio mentale e l’isolamento che ne deriva.

Presentazione del libro e spettacolo teatrale

presentazione gli Aberranti di Luca Atzori

Abbiamo incontrato l’attore e drammaturgo Luca Atzori per un’intervista esclusiva.

1  Buongiorno Luca. Che cosa si intende per aberranti?

L.A. “Aberrante è qualcuno che cerca una propria identità e non la trova e non la trova nel senso comune e per questo viene emarginato. Gli aberranti sono quindi intesi come diversi, quasi fosse una condizione subalterna di valore.”

2 Le persone di cui parli sono perciò affette da disagio mentale? Come mai questa scelta?

L.A. “Tra il 2011 e il 2012 sono stato tra i membri fondatori del Mad Pride. Questo mi ha consentito di esplorare da vicino il disagio e la malattia mentale con tutte le contraddizione e le problematiche che ne conseguono.”

3 Come nasce l’idea di questo progetto? So che prima era uno spettacolo teatrale.

L.A. “Questo progetto è nato inizialmente come reading ed in seguito è diventato uno spettacolo teatrale. L’idea era quella di fare spettacoli ispirati a queste persone e raccontarne la storia.”

libro Gli Aberranti | Luca Atzori

4. L’impostazione del libro è molto particolare. Non è una critica diretta ma sembra quasi un racconto con elementi fantastici.

L.A. “Il tono scelto è volutamente surreale e a tratti metafisico. Contiene elementi di ironia e di amarezza. L’idea è quella di raccontare il vissuto e le problematiche di questi personaggi dal loro punto di vista. Con un senso di realtà più ampio e dar spazio ai loro dubbi e alle loro paure.”

Il ricordo delle persone conosciute

5. Andiamo più nel dettaglio rispetto al libro. Alcune di queste storie sono racconti di persone a te molto vicine.

L.A. “Sì, alcune storie sono di amici e persone con le quali ho condiviso momenti importanti. Gilberto Garau è ispirato alla memoria di un amico. Il personaggio essendo appassionato di Bergman alla fine incontra la morte e parla con essa. Un altro esempio è Il romanzo perduto, in memoria di Simone Sandretti, il cofondatore di Mad Pride.”

6. Il libro contiene però anche storie dai toni più leggeri. Gli aberranti possono farci riflettere anche su vizi e difetti del vivere quotidiano?

L.A. “Certamente. Sono una sorta di novella moderna in forma più discorsiva, che va a pescare da un vissuto importante di malattia e disagio. Però alcuni testi sono sicuramente  più leggeri e moderni.”

Luca Atzori libro Gli Aberranti

7. Puoi farci alcuni esempi? Alcuni racconti hanno titoli davvero particolari. Ci puoi spiegare la trama?

L.A. “Il pollo trans-metafisico è un racconto surreale di una persona che non avendo voglia di lavorare inventa un pollo che non esiste. Una metafora del vendere aria fritta. Meglio gatto o matto è una mail. Nel testo l’autore immagina il vivere felino e come sarebbe il suo pensiero. Il Giornale racconta la storia di un uomo che viene risucchiato in un mondo parallelo, ma che risulta identico a quello quotidiano frutto delle chiacchiere da bar.”

8 Quali sono i tuoi progetti futuri?

L.A. “Per ora ho in programma di presentare questo libro a Torino e Milano, accompagnandolo agli spettacoli teatrali. Nel futuro prossimo mi piacerebbe presentare un progetto per un disco-fumetto dal titolo Mama Roque de Barriera.”