Eventi Torino Musica Torino

Collisioni: il festival di Barolo a base di musica, vino e cucina

Collisioni

Scontri fortuiti di corpi in movimento.

Contrasti che sono allo stesso tempo incontri, fugaci e momentanei, che lasciano tuttavia qualcosa, un segno, un ricordo, un cambiamento in chi ne è protagonista.

Il festival Collisioni

Collisioni è il nome che un gruppo di giornalisti e scrittori italiani ha scelto nel 2009 per battezzare un festival di musica e letteratura, il cui teatro sarebbero state le splendide colline delle Langhe, con le loro tradizioni culinarie e i loro vini famosi in tutto il mondo.

Collisioni

Collisioni è il nome più appropriato per rappresentare una manifestazione che ha come obiettivo quello di mettere in contatto grandi personalità della musica, della letteratura, del giornalismo e delle arti in generale con il pubblico, anche e soprattutto composto da giovani, che può interagire, dibattere, discutere e riflettere su tematiche sempre attuali.

Con questo spirito Collisioni è giunto alla sesta edizione, che si svolgerà questo week end nella splendida cornice della cittadina di Barolo, famosa per il celebre vino rosso che le da il nome.

Il concerto dei Deep Purple

deep purple

Il festival sarà aperto dal concerto dei Deep Purple venerdì sera, per poi proseguire con due giorni di incontri, dibattiti, interviste e concerti organizzati nelle cinque piazze della città e, infine, si chiuderà lunedì sera con il concerto di Neil Young.

Gli ospiti delle passate stagioni

Gli ospiti presenti a Collisioni sono da sempre il fiore all’occhiello della manifestazione, che ogni anno riesce a proporre al pubblico un ventaglio di artisti di punta nelle diverse discipline artistiche e personaggi di spicco dello scenario pubblico contemporaneo.

Nelle passate edizioni ricordiamo la partecipazione di Bob Dylan, Patti Smith, Jamiroquai tra i cantanti stranieri, Luciano Ligabue, Zucchero, Gianna Nannini e il compianto Lucio Dalla per i cantautori italiani, scrittori del calibro di Josè Saramago, Alessandro Baricco e Luis Sepulveda, incontri di spessore politico come quello con Roberto Saviano e anche appuntamenti più leggeri e comici, come quelli con Luciana Littizzetto e Carlo Verdone.

Elisa a Collisioni

Elisa Collisioni

Quest’anno il calendario di incontri proposti da Collisioni è vastissimo: oltre i già citati di Deep Purple e Niel Young, sono attesissimi i concerti di Elisa e di Caparezza.

Milo Manara a Collisioni

Così come gli incontri con il regista Ferzan Ozpetek, il premio Nobel Dario Fo, lo scrittore Mauro Corona, e poi Francesco De Gregori, Fausto Bertinotti, Gad Lerner, Salmo, Milo Manara, Morgan e moltissimi altri.

Milo Manara Collisioni

Emergenti al Collisioni

Ai giovani, il festival Collisioni riserva un posto d’onore e un occhio di riguardo: due palchi sono riservati ad artisti emergenti provenienti da tutta Italia, come Mano, gli Eugenio in Via di Gioia, gli Elith, gli Absolute Red o i Kingshouters.

I palchi non saranno limitati ai soli cantanti e band, ma anche a giovani attori, fumettisti, performer, artisti di strada, speaker e giornalisti, con luoghi dedicati alla lettura e al racconto e apposite postazioni per i giovani fotografi e video maker che documenteranno l’evento.

palco Collisioni

Incontri con gli artisti

Questi artisti non solo potranno quindi esibirsi, ma avranno anche la possibilità di incontrare artisti già affermati con cui dialogare, scambiare idee e ricevere consigli. Tra questi spiccano per notorietà Piero Pelù, Francesco Guccini, Fedez e Mario Biondi, ma saranno presenti anche moltissimi altri artisti.

Collisioni coinvolge anche i più piccini! Nelle piazze e nelle vie di Barolo saranno organizzati laboratori in cui i bambini potranno divertirsi giocando con la carta, l’inchiostro e piccoli oggetti, assistere a spettacoli creati appositamente per loro e prendere confidenza con discipline “da grandi” come la danza, la musica, lo yoga o la recitazione.

Le Langhe

langhe

Le Langhe non sono solamente una splendida cornice per l’evento, ma ne fanno attivamente parte, regalando i loro tesori più preziosi per le degustazioni organizzate durante le due giornate centrali della manifestazione.

Vini DOC: Barolo, Barbera e Barbaresco

Barolo, Barbera, Barbaresco, Dolcetto, Arneis e altri grandi vini piemontesi saranno i protagonisti delle tre sale del castello di Barolo dedicate al gusto e all’amore per il vino, attraverso assaggi gratuiti e incontri con esperti enologi e sommelier che illustreranno ai presenti le qualità di ciascun vino, come riconoscerlo e come abbinarlo al meglio.

Anche la cucina piemontese ha un posto d’onore all’interno del festival: non solo durante le degustazioni verranno presentati i più importanti piatti piemontesi e i loro accostamenti con il vino migliore, ma Collisioni quest’anno vanta la presenza di tre chef d’eccezione che si dovranno cimentare con un arduo compito.

Barolo

Incontro con gli chef stellati

Giuseppe Iannotti, Christian Milone e Eugenio Boer sono i giovani chef italiani che hanno accettato la sfida di ricreare e reinventare i piatti della tradizione piemontese in modo che possano essere gustati dal pubblico durante la visione degli spettacoli.

L’obiettivo è quello di ricreare una sorta di street food, ma con cibo di qualità, e, a giudicare dal menù, dove il tartufo e i ravioli al plin fanno da padroni, il successo è assicurato.

La nascita di Collisioni

Sei anni fa Collisioni nacque con l’idea non di creare un festival, ma di creare un luogo. Un paese inesistente sulle cartine geografiche, ma che prendesse forma una volta all’anno per alcuni giorni nel cuore di un paesaggio unico per bellezza; un paese che facesse collidere, appunto, discipline artistiche, persone e culture diverse, in modo che si scambiassero qualcosa, in modo che questo paese immaginario divenisse un cantiere di creatività da cui ognuno dei partecipanti potesse attingere qualcosa.

Oggi, con la presenza di oltre 80000 spettatori, si può dire raggiunto l’obiettivo.