Musica Torino News Torino

La musica che racconta Torino: dai Subsonica agli Statuto

La musica di Torino

Quali sono i pensieri che vengono alla mente, quando si sente nominare questa città? La Mole, certo; Superga, le piazze del centro con i caffè storici, magari le sedi dell’Università, o il Parco del Valentino.

Ma se fosse la musica a parlare, con una colonna sonora personalizzata?

La nuova immagine della musica di Torino

Torino vanta una serie più o meno ampia di gruppi cantanti; molti, anche se non prettamente sabaudi, hanno cantato questa città, anticamente definita severa, grigia e austera.

Recentemente, l’immagine di Torino si è svecchiata, dando vita a una città giovane, dedita alla movida, alla musica, alla cultura, piena di ragazzi giovani la cui vitalità formicola inarrestabile tra le luci del centro. Quali canzoni hanno quindi immortalato un istante del capoluogo piemontese?

Quali canzoni rappresentano davvero la musica di Torino?

Vi presentiamo una potenziale colonna sonora di Torino: le canzoni su di lei, quelle che ne parlano, che trasmettono, talvolta, un tenero amore per quei portici simmetrici. Ideale per studenti fuori sede un po’ nostalgici, o magari per i turisti che vogliono scoprire l’anima musicale della città.

subsonica - musica di Torino

Subsonica

Iniziamo con un gruppo torinese DOC, i Subsonica, che con “Il cielo su Torino” e “Istrice” hanno reso un doppio omaggio alla città. In entrambe le canzoni, sebbene di anni e album molto lontani tra loro, Torino torna prepotentemente in ogni strofa, con allusioni a luoghi caratteristici (“tra il fiume e i portici”) e sensazioni di una città in perenne movimento (“dentro l’aria sporca il tuo sorriso controvento, il cielo su Torino sembra muoversi al tuo fianco”).

Anche il video di “Istrice” è completamente girato proprio nella loro città Natale. La stessa location ha anche il video de “La funzione”, che però è girato prevalentemente all’interno della linea 1 della metropolitana.

Lucio Dalla e l’auto targata Torino

Torniamo molto più indietro nel tempo con “L’auto targata TO”, scritta da Lucio Dalla e pubblicata nell’album “Il giorno aveva cinque teste” (1973).

Il cantautore descrive la città, in cui sta ritornando una famiglia di immigrati siciliani, come “Questo luogo del cielo è chiamato Torino lunghi e grandi viali, splendidi monti di neve sul cristallo verde del Valentino, illuminate tutte le sponde del Po.”

gli Statuto - musica di Torino

Gli Statuto: il mare nella musica di Torino

Il fiume, il parco, le montagne sono quindi elementi ricorrenti nei cantanti che cercano di tradurre in musica la città della Mole. Ma c’è un elemento che manca… il mare. Ed è proprio su questa “mancanza” che nasce “Qui non c’è il mare” (1991) degli Statuto.

L’elenco di caratteristiche e qualità di Torino (la collina, lo stadio, le strade immancabilmente dritte, i gianduiotti, gli atenei, il Museo Egizio…) finisce sempre con la stessa amara considerazione: non c’è il mare, che forse renderebbe la città ancora più bella.

mole Torino mare
Torino con la spiaggia in una vecchia pubblicità

Non ci sarà il mare, ma c’è della buona musica, e abbastanza inni d’amore per una città che è molto meno grigia di quanto possa sembrare, come nel singolo Un giorno di festa con il quale gli Statuto hanno festeggiato 30 anni nel 2013: