Attualità Eventi Torino Tendenze

A Torino il Social Hackaton

Ha preso il via ieri sera presso il Collegio Artigianelli di Corso Palestro 14 a Torino la prima edizione del Social Hackaton che proseguirà nella giornata di oggi fino alla chiusura dei lavori. 

tavoli-social-hackaton

L’intento è quello di realizzare una serie di storytelling condivisi che verranno anche documentati con testimonianze filmate per rappresentare l’impegno condiviso nel trovare nuove idee e soluzioni tra persone comuni che condividono esperienze e punti di vista differenti su argomenti importanti.

tavoli-di-co-progettazione-social-hackathon

 

La manifestazione si pone un obiettivo importante già a partire dal motto scelto, ovvero “Torino Sociale: insieme per disegnare la città che vogliamo“.

logo-social-hackaton

L’evento è organizzato da SocialFare, il centro di innovazione sociale italiano sorto nel 2013 che sviluppa e disegna servizi di comunità e impresa sociale.

Alla serata hanno partecipato al Social Hackaton importanti oratori in rappresentanza del Comune di Torino, Politecnico, Università e organizzazioni del territorio, riguardo temi cruciali per stimolare il confronto ed il dibattito di oggi ed introdurre gli argomenti.

Vediamone alcuni:

L’Assessore alle pari opportunità Marco Giusta ha spiegato l’importanza delle differenze di genere nelle scelte strategiche e la necessità di fare scelte importanti a Torino per una reale inclusione quando si organizzano eventi anticipando alcune scelte future.

marco-giusta-social-hackaton

Il professor Luigi Bistagnino ha spiegato l’effetto del design sistemico, capace di moltiplicare le connessioni riguardo le scelte di tutti i giorni e come il fatto di considerare l’effetto delle nostre azioni e di considerarle come un sistema organico possa portare ad un miglioramento del benessere collettivo.

luigi-bistagnino-social-hackaton

Il professor Filippo Barbera ha introdotto un tema importante, ovvero l’altra faccia dell’Eccellenza, vista come innovazione e fallimento, dove il fatto di premiare pochi genera il fallimento ed il malessere di molti.
Barbera ha proposto di spostare il paradigma sulle piccole realtà, che contribuiscono fortemente al sistema economico e sociale ma che spesso non trovano rappresentanza e quindi, pur rappresentando talvolta la maggioranza (come nel caso delle micro-imprese rispetto alla situazione italiana) spesso non riescano ad avere voce in capitolo.

 

filippo-barbera-social-hackaton

Giuseppe Tuttobene ha infine di Quattrolinee ha infine spiegato i concetti di brand e comunicazione ed ha spiegato in modo semplice un modo per comunicare l’identità ed i valori per rappresentare in maniera efficace ed originale un territorio od un progetto, facendo leva sul fatto di farsi notare, ma anche di stupire, coinvolgere ed sedurre per far passare il messaggio.

giuseppe-tuttobene-social-hackaton

Ulteriori aggiornamenti sulla giornata di oggi seguiranno sul profilo Twitter o sulla pagina Facebook di SocialFare.

Luca Calderan

 

Luca Calderan
Luca Calderan è un redattore e SEO con numerosi anni di esperienza in ambito editoriale. Ex collaboratore de lastampa.it ed impiegato in ambito finance dal 2007. Luca racconta da sempre la città di Torino ed i suoi cambiamenti. Ha intervistato i più famosi artisti di Torino, sia quelli famosi che i musicisti di Torino. Volontario presso TEDxTorino e GDG Google Developer Group Torino.
https://it.linkedin.com/in/luca-calderan-8a777657

3 thoughts on “A Torino il Social Hackaton

Comments are closed.