Arte Torino Attualità Cultura

TOULOUSE LAUTREC a Torino a Palazzo CHIABLESE

Toulouse Lautrec a Torino

Dal 22 ottobre del 2016 al 5 marzo 2017, è possibile trovare la mostra su Toulouse Lautrec al Palazzo Chiablese. 178 opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene.

Toulouse Lautrec - Torino

Toulouse Lautrec: piccolo bohemien

L’artista che per via della statura sembrava un nano ma in realtà era affetto da picnodisostosi, una rara malattia genetica che interviene sulle ossa. Una mostruosità elegantissima la sua.

Toulouse Lautrec - Torino

Toulouse Lautrec - TorinoVero bohemien, morto da bohemien (con tanto di cause legate ad alcolismo e sifilide, come nei migliori film).

 

Al confine tra l’emblema e lo stereotipo, di certo di lui si può dire che sintetizzi quell’immaginario legato alla figura dell’ artista dalla cui disperazione viene emanata la bellezza.

 

 

Lautrec: artista, pittore ed illustratore

Perché quando si pensa a Toulouse Lautrec, uomo del mestiere (come lo definiva Degas) si pensa a una persona che viveva facendo l’ illustratore, l’artista.

Toulouse Lautrec - Torino

Un uomo che dichiarava di stare bene nei teatri, qualunque cosa vi accadesse, e che dunque poteva dirsi forse davvero libero.

Toulouse Lautrec - Torino

L’arte di Lautrec: da Yvette Guilbert a Jane Avril

Perché nell’arte di Toulouse Lautrec arriva con violenza quel mondo che chiede professionalità trasognanti, in quella delicata sessuomania che irrompe nelle sue opere.

Sia in quelle dedicate a Yvette Guilbert (come in ceete cromotipografie del 1894)prima cantante e attrice, che in quelle raffiguranti Jane Avril (nelle litografie del 1893), ballerina del Moulin Rouge.

Toulouse Lautrec - Torino

I manifesti di Toulouse Lautrec

Insomma sì, stiamo parlando della Belle Epoque. Periodo di cui Toulouse Lautrec è stato forse uno dei principali iconografi. I suoi manifesti dai quali risplendevano i café chantant, i vari Moulin Rouge, le Chat Noir, Eldorado, Ambassadeur.

Toulouse Lautrec - Torino

I personaggi di Toulouse Lautrec

E non solo i locali entravano dentro il suo faro/campo visivo, ma anche i personaggi. Si trovano infatti le famose litografie del 1892 e 1893 dedicate ad Aristide Bruant, cantante e autore francese che trattava di quelle sempreverdi guerre dei poveri ignorate dagli occhi di Dio.

Toulouse Lautrec - Torino

E poi i disegni a matita, come Donna e topo o Catulle Mendes del 1896 che sembrano schizzi fatti in maniera distratta fra un bicchiere di assenzio e l’altro. Negli stessi anni in cui lavorava come illustratore delle riviste come La revue blanche, dove nel 1895 proponeva immagini dell’artista Misia, o Ambroise Thomas assiste a una replica di Francesca da Rimini.

Toulouse Lautrec - Torino

Il significato dei suoi quadri

Toulouse Lautrec dichiarava di non commentare ma registrare, dipingendo le cose come stavano. Ed effettivamente questo traspare dalla sua opera in maniera  evidente. Forse perché la grande lezione che ci ha lasciati è quella che ci fa capire quanto non sia la critica intellettuale e accademica a possedere potere creativo, quanto l’attività che guida, la sensibilità capace di imporsi.

Toulouse Lautrec - Torino

La rappresentazione della povertà

In fondo parliamo di un pubblicitario ante-litteram, in un periodo in cui ancora le masse non si guidavano da sole alla velocità della luce.

Toulouse Lautrec - Torino

Non a caso è stato in tempo per rendere quelle illustrazioni opere d’ arte che hanno afferrato il nostro modo di immaginare chiedendo di respirare l’inebriante aria della povertà, per godere ovunque della propria essenza delicata, poco vitale, un po’ sonnolenta.

O forse semplicemente parliamo delle gambe di alcune ballerine di can can, che avevano messo un po’ di confusione nelle teste di tanti.

 

Luca Atzori

One thought on “TOULOUSE LAUTREC a Torino a Palazzo CHIABLESE

Comments are closed.